Ombretta Santi

Ombretta Santi

planimetria rotatoria

Anno 2018 - PROGETTO DI OPERA PUBBLICA - ROTATORIA DI ADEGUAMENTO SULLA VIA PROVINCIALE - VECCHIANO

 

- Deliberazione del Consiglio Comunale n. 33 del 28/05/2018 "ACCORDO DI PROGRAMMA PROGETTAZIONE DI UNA ROTATORIA PER L'ADEGUAMENTO DELL'INTERSEZIONE TRA LA S.P. 10 VECCHIANESE E LA S.P.30 LUNGOMONTE PISANO" 

planimetria ViadellaRocca Roma Vecchiano

Anno 2017-2018 - PERMESSO DI COSTRUIRE CONVENZIONATO - UTOE 3 "Lotto libero di completamento e parcheggio pubblico fra Via Roma e Via della Rocca" – VECCHIANO

 

- Istanza prot. n. 8861 del 09/05/2017 - Progetto planivolumetrico per la realizzazione di n°1 fabbricato residenziale e parcheggio pubblico convenzionato - Proponente: Pierina Noferi

 

- Conferenza dei Servizi:

    - 1° seduta del 28/04/2017 (esame proposta prot. n. 8861 del 09/05/2017 e integraz. prot. 14711 del 04/08/2017) => ESITO SOSPENSIVO

    - 2° seduta del 14/06/25018 (esame integrazioni prot. n. 3564 del 22/02/2018 - prot. n. 6009 del 29/03/2018 - prot. n. 7327 del 20/04/2018 - prot. n. 7328 del 20/04/2018 - prot. n. 7564 del 24/04/2018) => PROCEDIMENTO IN ITER AMMINISTRATIVO

fotorendering SFredianoVecchiano          PlanimetriaPlanivolumetrico SFredianoVecchiano

Anno 2017-2018 - PERMESSO DI COSTRUIRE CONVENZIONATO - UTOE 3 "Lotto libero di completamento e parcheggio pubblico in Via San Frediano" – VECCHIANO (Via San Frediano)

 

- Istanza prot. n. 7117 del 12/04/2017 - Progetto planivolumetrico per la realizzazione di n°2 fabbricati residenziali e parcheggio pubblico convenzionato - Proponente: S.I.L.V.A. sas di Sbragia R. & C.

 

- Conferenza dei Servizi:

    - 1° seduta del 28/04/2017 (esame proposta prot. n. 7117 del 12/04/2017 e integraz. prot. 7400 del 18/04/2017)

    - 2° seduta del  08/05/2018 (esame integrazioni prot. n. 6062 del 30/03/2018 e prot. n. 6339 del 05/04/2018) => APPROVAZIONE PROPOSTA

 

- Delibera C.C. n° 30 del 28/05/2018: approvazione schema di convenzione relativo all'intervento urbanistico, per l'acquisizione al patrimonio comunale dell'area destinata a parcheggio pubblico a favore del Comune di Vecchiano

 
 

 

Anno 2016-2018 - PROGETTO PLANIVOLUMETRICO RELATIVO AD UN "LOTTO LIBERO DI COMPLETAMENTO" E "PARCHEGGIO PUBBLICO" IN VIA DI CITTADELLA - NODICA

 

- Istanza prot. n. 5362 del 23/03/2016 - richiesta di permesso di costruire convenzionato, con planivolumetrico - Proponenti: Grossi Stefano, Grossi Stefania, Degl'Innocenti o Cima Agnese, Degl'Innocenti o Cima Renza

 

- Conferenza dei Servizi:  seduta del 28/07/2016

 

- Delibera C.C. n° 14 del 17/03/2017: approvazione schema di convenzione relativo all'intervento urbanistico, per l'acquisizione al patrimonio comunale dell'area destinata a parcheggio e uso pubblico del percorso adiacente

 

- Provvedimento Dirigenziale n° 111 del 24/04/2017: approvazione del progetto esecutivo dell'opera pubblica, pervenuto al prot. 7054 del 12/04/2017, integrato al prot. 7961 del 21/04/2017

 

- Convenzione Urbanistica del 28/04/2017 Rep. 22116 Racc. 10329, registrata a Pisa il 11/05/2017 n° 2985 IT - Ufficiale rogante: Dott.ssa Annalisa Di Perna, notaio in Vecchiano

 

- Richiesta di Permesso di Costruire prot. n. 5058 del 14/03/2017 per la realizzazione di un parcheggio pubblico in via di Cittadella, Nodica - Proponente: Grossi Stefano, Grossi Stefania, Degl'Innocenti o Cima Agnese, Degl'Innocenti o Cima Renza => Voltura a Soc. PEGASO

 

- P. d. C. n. 17/00003 del 05/06/2017 per la costruzione di parcheggio pubblico in Nodica Via di Cittadella

 

 

Anno 2016-2018 - PROGETTO PLANIVOLUMETRICO PER INTEGRAZIONE DELLE OPERE DI URBANIZZAZIONE E PERMESSO DI COSTRUIRE CONVENZIONATO PER LA REALIZZAZIONE DI N. 3 UNITA' IMMOBILIARI SU LOTTO LIBERO DI COMPLETAMENTO POSTO IN VIA D'OMBRA - NODICA

 

- Istanza prot. n. 3698 del 29/02/2016 - Progetto planivolumetrico convenzionato per la realizzazione di tre edifici e parcheggio pubblico in via D'Ombra - Proponente: Soc. Aufiero Costruzioni srl

 

- Conferenza dei Servizi: seduta del 28/07/2016
Scarica allegato

 

- Delibera C.C. n° 67 del 30/11/2016: approvazione schema di convenzione relativo all'intervento urbanistico, per l'acquisizione al patrimonio comunale dell'area destinata a parcheggio e uso pubblico di una porzione privata

Scarica allegato

 

 

- Provvedimento Dirigenziale n. 116 del 03/05/2017: approvazione del progetto esecutivo dell'opera pubblica, pervenuto al prot. 19034 del 21/11/2016, integrato al prot. 8309 del 03/05/2017

 

- Convenzione Urbanistica del 08/05/2017 Rep. 22128 Racc. 10338, registrata a Pisa il 17/05/2017 n° 3085 serie IT - Ufficiale rogante: Dott.ssa Annalisa Di Perna, notaio in Vecchiano

Scarica allegato

 

- Richiesta di Permesso di Costruire prot. n. 9397 del 17/05/2017 per la realizzazione di un parcheggio pubblico in Via d'Ombra, Nodica - Proponente: Soc. Aufiero Costruzioni s.r.l.

 

- P. d. C. n. 17/00007 del 03/07/2017 per la costruzione di parcheggio pubblico in Nodica Via d'Ombra

Scarica allegato

 

Anno 2017-2018 - PERMESSO DI COSTRUIRE CONVENZIONATO - UTOE 1 "Completamento di Via Kolbe" – MIGLIARINO PISANO (Via della Chiusa)

 

- Istanza prot. n. 3073 del 15/02/2017 - Progetto planivolumetrico per la realizzazione di n°5 fabbricati residenziali con le relative opere di urbanizzazione, parcheggio e verde pubblico convenzionato - Proponente: M.C. Costruzioni srl (Proprietà: Famiglia Antonelli)

 

- Delibera C.C. n° 31 del 06/05/2017: approvazione schema di convenzione relativo all'intervento urbanistico, per l'acquisizione al patrimonio comunale dell'area destinata a parcheggio e verde pubblici, servitù di passo a favore del Comune di Vecchiano

 

- Provvedimento Dirigenziale n°125 del 08/05/2017: approvazione del progetto esecutivo dell'opera pubblica, pervenuto al prot. 3073 del 15/02/2017, integrato al prot. 9457 del 18/05/2017

 

- Convenzione Urbanistica del 08/05/2017 Rep. 22.127 Racc. 10.337, registrata a Pisa il 17/05/2017 n° 3084 IT - Ufficiale rogante: Dott.ssa Annalisa Di Perna, notaio in Vecchiano

 

- Richiesta di Permesso di Costruire prot. n. 9484 del 18/05/2017 per la realizzazione di opere di urbanizzazione in Via della Chiusa, Migliarino - Proponente: M.C. Costruzioni

 

- P. d. C. n. 18/00001 del 09/02/2018 per opere di urbanizzazione in Via della Chiusa, Migliarino

- Comunicazione Inizio Lavori prot. n. 3465 del 21/02/2018

ANNO 2017 - VARIANTE NORMATIVA AL REGOLAMENTO URBANISTICO PER ADEGUAMENTO DELLA DISCIPLINA SUL TERRITORIO RURALE ALLA L.R. 65/2014 ED AL D.P.G.R. 63/R/2016 

Di seguito sono consultabili i documenti relativi al procedimento amministrativo in oggetto. 

PANORAMICAvariante2

=============================== ° =============================

ANNO 2017

VARIANTE NORMATIVA AL REGOLAMENTO URBANISTICO PER ADEGUAMENTO DELLA DISCIPLINA SUL TERRITORIO RURALE ALLA L.R. 65/2014 ED AL D.P.G.R. 63/R/2016

Dettagli del processo urbanistico                              Quadro sintetico della normativa

 

Fase:  LINEE DI INDIRIZZO

  1. Del.G.C. n.129 del 28/08/2017

 

Fase:  AVVIO DEL PROCEDIMENTO

 

Elenco atti deliberativi e documenti dell'avvio del procedimento

 

Comunicazioni dell'avvio del procedimento urbanistico e VAS

 

Pareri di Enti istituzionali relativi all'avvio del procedimento urbanistico e VAS

Martedì, 18 Luglio 2017 00:00

U.O. Urbanistica - Programma Aziendale

MODELLI

Clicca qui e scarica il modello: Modello istanza di presentazione Programma Aziendale


 

 Oggetto del procedimento:  PROGRAMMA AZIENDALE PLURIENNALE DI MIGLIORAMENTO AGRICOLO

Responsabile del Procedimento:  Arch. Ombretta Santi

Referenti Ufficio: 

  • Arch. Ombretta Santi - Tel. 050 859640 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Geom. Anita Giannarelli - Tel. 050 859639 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Modalità di richiesta:

Presentazione istanza sull'apposita modulistica, da inviare per posta, per PEC, o direttamente all'Ufficio Relazioni Con il Pubblico (URP) in Via XX Settembre n°9 - Vecchiano 

Requisiti che devono essere posseduti dal richiedente: Proprietario - avente titolo sulla proprietà, con inquadramento di Imprenditore Agricolo Professionale (IAP) o Imprenditore Agricolo (IAP)

Ritito: presso Ufficio Urbanistica  in Via G.B. Barsuglia 182 - Vecchiano oppure presso  l'Ufficio Relazioni Con il Pubblico (URP) in Via XX Settembre n°9 - Vecchiano

Leggi e norme di riferimento: L.R. 65/2014 - DPGR 63/R/2016 - PIT con valenza paesaggistica D.Lgs 42/2004 e ss.mm.ii.,  artt. 167 - 181

 

Documentazione da presentare: 

  • Planimetria aziendale d’insieme (in scala adeguata)
  • Plani-volumetrie edifici
  • Progetto di massima (per nuove costruzioni)
  • Documentazione fotografica
  • Atti di possesso
  • Certificati catastali
  • Dichiarazioni
  • Certificati C.C.I.A.A./ IVA
  • Documentazione asseverata su edifici per i quali non è possibile procedere al recupero (Regolamento 63/R/2016 art. 7 comma 4)
  • Comparazione della proposta con il quadro vincolistico sovraordinato e con il PIT regionale

I diritti potranno essere versati direttamente all'URP del Comune al momento della presentazione, oppure tramite c/c postale n. 135566  o  bonifico bancario - Codice IBAN: IT 89 B 08562 70910 000010812386

 

MARCHE DA BOLLO:

  • n° 2 marche da bollo da € 16,00, una sulla richiesta e una per il provvedimento finale da rilasciare;
  • n°1 marca da bollo da € 1,00 per ogni elaborato progettuale ( per doppia copia dei documenti, una per l'istante e una per l'ente )

Modalità di richiesta

ISTANZA SULL’APPOSITA MODULISTICA DA INVIARE PER POSTA E/0 PRESENTARE DIRETTAMENTE ALL’UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO (URP)

Tempi: 

Entro i quindici giorni successivi alla presentazione dell'istanza, l'ufficio verifica la completezza e la regolarità formale della documentazione allegata. L'ufficio procede alla verifica di conformità urbanistica della proposta e, nel caso di esito positito, può convocare una conferenza di servizi, da svolgersi entro il termine massimo di sessanta giorni dalla sua trasmissione o dal ricevimento dei documenti integrativi, al fine di acquisire tutti i pareri, nulla osta o assensi, comunque denominati, di altre amministrazioni pubbliche.

 

Cos'è il Programma Aziendale 

Il Richiedente, avente titolo, provvede alla redazione del programma aziendale pluriennale di miglioramento agricolo ambientale, denominato “programma aziendale”, per dimostrare le condizioni di cui agli articoli 72 e 73 della L.R. 65/2014 e del DPGR 63/R/2014, per la realizzazione dei seguenti interventi.

  • a) P.A.P.M.A.A. che prevede nuove edificazioni per uso abitativo (L.R. 65/2014 art. 73 c.2)
  • a1) P.A.P.M.A.A. che prevede il recupero di edifici per nuova residenza rurale (L.R. 65/2014 art. 72 c.1 b ter)
  • b) P.A.P.M.A.A. che prevede nuove edificazioni per uso annesso agricolo (L.R. 65/2014 art. 73 c.4)
  • c) P.A.P.M.A.A. che prevede interventi sul patrimonio edilizio esistente con destinazioni d’uso agricolo (L.R. 65/2014 art. 72)
  • d) P.A.P.M.A.A. che prevede una cessione parziale d’azienda o mutamento della destinazione d'uso agricola di edifici aziendali (L.R. 65/2014 art. 82)

L’approvazione del programma aziendale, di competenza comunale, costituisce condizione preliminare per il rilascio dei titoli abilitativi.  La realizzazione del programma aziendale è garantita da una convenzione o da un atto d’obbligo unilaterale, da registrare e trascrivere a spese del richiedente e a cura del Comune. Il programma aziendale ha durata decennale con decorrenza dall'atto di approvazione del Comune. Il programma aziendale può essere modificato in ogni tempo per adeguarlo ai programmi comunitari, statali o regionali, oppure in caso di eventi naturali che modifichino in modo significativo lo stato dei luoghi.

 A chi si presenta

L'istanza è presentata al Comune, che acquisisce il parere della Provincia di Pisa di conformità al PTC, nonché i pareri della Regione di coerenza tra i contenuti agronomici del programma e gli interventi edilizi proposti.

Cosa prevede l'atto d'obbligo

La convenzione o l’atto unilaterale d’obbligo contengono l’impegno dell’imprenditore agricolo:

a) ad effettuare gli interventi previsti dal programma aziendale in relazione ai quali sono richiesti interventi sul patrimonio esistente o la realizzazione di nuovi edifici rurali di cui agli articoli 72 e 73;

b) a non alienare separatamente dagli edifici rurali le superfici fondiarie alla cui capacità produttiva gli stessi sono riferiti, a meno che i terreni alienati non siano compensati da altri terreni di nuova acquisizione;

c) ad assicurare il mantenimento delle pertinenze di edifici non più utilizzabili a fini agricoli, comprese quelle oggetto di programmata alienazione, con interventi coerenti con il contesto paesaggistico, nonché con interventi di mitigazione ambientale eventualmente necessari;

d) a non modificare la destinazione d’uso degli edifici esistenti o recuperati necessari allo svolgimento dell’attività agricola e di quelle connesse per il periodo di validità del programma aziendale;

e) ad assoggettarsi alle penali previste nella convenzione o nell’atto d’obbligo, in caso d’inadempimento. In ogni caso, le penali non devono essere inferiori al maggior valore determinato dall’inadempienza.

 

Fonti normative

 

  •   PIT della Regione Toscana a valenza paesaggistica

 logoPIT Documenti del piano (link per accedere al sito regionale)

 

- clicca di seguito e accedi alla CARTOGRAFIA INTERATIVA  e alla   SCHEDA DI AMBITO N.8 

- VINCOLI VIGENTI SUL TERRITORIO DI VECCHIANO - D.Lgs. 42/2004 - ART. 136:

- OBIETTIVI, PRESCRIZIONI E DIRETTIVE NELLE AREE VINCOLATE:   Allegato 8B

MODELLI

Clicca qui e scarica il modello: Modello Richiesta Compatibilità Paesaggistica

 


 

 Oggetto della prestazione: COMPATIBILITA' PAESAGGISTICA

Responsabile del Procedimento:  Arch. Ombretta Santi

Referenti Ufficio: 

  • Arch. Ombretta Santi - Tel. 050 859640 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Geom. Anita Giannarelli - Tel. 050 859639 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Modalità di richiesta:

Presentazione istanza sull'apposita modulistica, da inviare per posta, per PEC, o direttamente all'Ufficio Relazioni Con il Pubblico (URP) in Via XX Settembre n°9 - Vecchiano 

Requisiti che devono essere posseduti dal richiedente: Proprietario - avente titolo sulla proprietà

Ritito: presso Ufficio Urbanistica  in Via G.B. Barsuglia 182 - Vecchiano oppure presso  l'Ufficio Relazioni Con il Pubblico (URP) in Via XX Settembre n°9 - Vecchiano

Leggi e norme di riferimento: D.Lgs 42/2004 e ss.mm.ii.,  artt. 167 - 181

 

Documentazione da presentare:

Documentazione indicata nella modulistica (comprensiva di Relazione Paesaggistica conforme al DPCM 12/12/2005 e DPR 31/2017 (procedura semplificata))

DIRITTI DI SEGRETERIA:

  •  € 120,00 per n°1 Unità immobiliare
  •  € 200,00 da n°2 a n°4 Unità immobiliari
  •  € 280,00 oltre n°4 Unità immobiliari

I diritti potranno essere versati direttamente all'URP del Comune al momento della presentazione, oppure tramite c/c postale n. 135566  o  bonifico bancario - Codice IBAN: IT 89 B 08562 70910 000010812386

MARCHE DA BOLLO:

  • n° 2 marche da bollo da € 16,00, una sulla richiesta e una per il provvedimento finale da rilasciare;
  • n°1 marca da bollo da € 1,00 per ogni elaborato progettuale ( per doppia copia dei documenti, una per l'istante e una per l'ente )

Modalità di richiesta

ISTANZA SULL’APPOSITA MODULISTICA DA INVIARE PER POSTA E/0 PRESENTARE DIRETTAMENTE ALL’UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO (URP)

Tempi:  centottanta giorni (180), previo parere vincolante della Soprintendenza da rendersi entro il termine perentorio di novanta giorni (90)

 

Cos'è l'accertamento di compatibilità paesaggistica

Richiamato il principio sancito dall'art. 146, c.4, secondo il quale l'autorizzazione non può essere rilasciata in sanatoria successivamente alla realizzazione, anche parziale, degli interventi, il Codice dispone, all'art. 167, commi 4 e 5, la procedura di accertamento della compatibilità paesaggistica, da parte dell'autorità amministrativa competente nel caso ricorrano i seguenti casi:

  • a)  per i lavori, realizzati in assenza o difformità dall'autorizzazione paesaggistica, che non abbiano determinato creazione di superfici utili o volumi ovvero aumento di quelli legittimamente realizzati; escluse le fattispecie concretatesi anteriormente al 12 maggio 2006;
  • b)  per l'impiego di materiali in difformità dall'autorizzazione paesaggistica;
  • c)  per i lavori comunque configurabili quali interventi di manutenzione ordinaria o straordinaria ai sensi dell'art. 3 del decreto del Presidente della Repubblica 6 giugno 2001, n. 380.


A tal proposito è utile richiamare la Circolare 33 del 26 giugno 2009 del Segretario Generale del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, che ha chiarito i termini indicati dall'art. 167, c. 4, lettera a), secondo cui:

1. per "lavori" si intendono gli interventi su fabbricati legittimamente esistenti, ovvero gli interventi strettamente connessi all'utilizzo di altri immobili ed aree che non comportino modificazioni delle caratteristiche peculiari del paesaggio, purché gli interventi stessi siano conformi ai piani paesaggistici vigenti;
2. per "superfici utili" si intende qualsiasi superficie utile, qualunque sia la sua destinazione. Sono ammesse le logge e i balconi nonché i portici, collegati al fabbricato, aperti su tre lati contenuti entro il 25% dell'area di sedime del fabbricato stesso;
3.  per "volumi" si intende qualsiasi manufatto costituito da parti chiuse emergente dal terreno o dalla sagoma di un fabbricato preesistente indipendentemente dalla destinazione d'uso del manufatto, ad esclusione dei volumi tecnici.

 
 

Si richiama inoltre l'art. 17 del DPR 31/2017, riferito al procedimento paesaggistico semplificato, che si raccorda all'art. 167 del D.Lgs 42/2017.

 (584.87 KB)DPR 31/2017 – Autorizzazione Paesaggistica semplificata (584.87 KB) 

 

A chi si presenta

Il proprietario, possessore o detentore a qualsiasi titolo dell'immobile o dell'area interessati dagli interventi che rientrano nella casistica sopra riportata (art. 167, c. 4), presenta apposita domanda all'autorità preposta alla gestione del vincolo (l’Amministrazione Comunale) ai fini dell'accertamento della compatibilità paesaggistica degli interventi medesimi.
L'autorità competente si pronuncia sulla domanda entro il termine perentorio di centottanta giorni (180), previo parere vincolante della Soprintendenza da rendersi entro il termine perentorio di novanta giorni (90). Qualora venga accertata la compatibilità paesaggistica, il trasgressore è tenuto al pagamento di una somma equivalente al maggiore importo tra il danno arrecato e il profitto conseguito mediante la trasgressione.
L'importo della sanzione pecuniaria, stabilita dall'ente competente, è determinato previa perizia di stima.
In caso di rigetto della domanda si applica la sanzione demolitoria.

Quali sono gli interventi per i quali NON è richiesta l’autorizzazione paesaggistica:

- L'art. 149 elenca gli interventi per i quali non è richiesto il rilascio dell'autorizzazione paesaggistica, quali:

a) interventi di manutenzione ordinaria, straordinaria, di consolidamento statico e di restauro conservativo che non alterino lo stato dei luoghi e l'aspetto esteriore degli edifici;
b) interventi inerenti l'esercizio dell'attività agro-silvo-pastorale che non comportino alterazione permanente dello stato dei luoghi con costruzioni edilizie ed altre opere civili e sempre che si tratti di attività ed opere che non alterino l'assetto idrogeologico del territorio;
c) il taglio colturale, la forestazione, la riforestazione, le opere di bonifica, antincendio e di conservazione da eseguirsi nei boschi e nelle foreste indicati dall'articolo 142, c. 1, lett. g), purché previsti ed autorizzati in base alla normativa in materia.

- Non sono, altresì, soggetti al rilascio di autorizzazione paesaggistica gli interventi e le opere indicate nell'allegato "A" del DPR 31/2017, nonchè quelli indicati all'art. 4 del medesimo decreto.

 

Fonti normative

 

  • PIT della Regione Toscana a valenza paesaggistica

 

 

 

MODELLI

Clicca qui e scarica il modello: Modello Richiesta Autorizzazione Paesaggistica ordinaria

Clicca qui e scarica il modello: Modello Richiesta Autorizzazione Paesaggistica semplificata + Allegato D


 

 Oggetto della prestazione: AUTORIZZAZIONE PAESAGGISTICA

Responsabile del Procedimento:  Arch. Ombretta Santi

Referenti Ufficio: 

  • Arch. Ombretta Santi - Tel. 050 859640 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Geom. Anita Giannarelli - Tel. 050 859639 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Modalità di richiesta:

Presentazione istanza sull'apposita modulistica, da inviare per posta, per PEC, o direttamente all'Ufficio Relazioni Con il Pubblico (URP) in Via XX Settembre n°9 - Vecchiano 

Requisiti che devono essere posseduti dal richiedente: Proprietario - avente titolo sulla proprietà

Ritito: presso Ufficio Urbanistica  in Via G.B. Barsuglia 182 - Vecchiano oppure presso  l'Ufficio Relazioni Con il Pubblico (URP) in Via XX Settembre n°9 - Vecchiano

Leggi e norme di riferimento: D.Lgs 42/2004 e ss.mm.ii. - DPR 139/2010 (procedura semplificata)

 

Documentazione da presentare:

Documentazione indicata nella modulistica (comprensiva di Relazione Paesaggistica conforme al DPCM 12/12/2005 e DPR 31/2017 (procedura semplificata))

DIRITTI DI SEGRETERIA:

  •  € 120,00 per n°1 Unità immobiliare
  •  € 200,00 da n°2 a n°4 Unità immobiliari
  •  € 280,00 oltre n°4 Unità immobiliari

I diritti potranno essere versati direttamente all'URP del Comune al momento della presentazione, oppure tramite c/c postale n. 135566  o  bonifico bancario - Codice IBAN: IT 89 B 08562 70910 000010812386

MARCHE DA BOLLO:

  • n° 2 marche da bollo da € 16,00, una sulla richiesta e una per il provvedimento finale da rilasciare;
  • n°1 marca da bollo da € 1,00 per ogni elaborato progettuale ( per doppia copia dei documenti, una per l'istante e una per l'ente )

Modalità di richiesta

ISTANZA SULL’APPOSITA MODULISTICA DA INVIARE PER POSTA E/0 PRESENTARE DIRETTAMENTE ALL’UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO (URP)

Tempi:

La richiesta ed il successivo rilascio dell’autorizzazione paesaggistica possono avvenire:

  • secondo il Procedimento Ordinario normato dall’art. 146 del DLgs 42/2004;
 
  • secondo il Procedimento Semplificato normato dall'art. 11 del DPR 31/2017 (per interventi di lieve entità)

 

Cos'è l'autorizzazione paesaggistica

L'autorizzazione paesaggistica è regolamentata dall'art. 146 del Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio (DLgs 42/2004), dove si stabilisce che i proprietari, possessori o detentori a qualsiasi titolo di immobili o aree di interesse paesaggistico, tutelati dalla legge, non possono distruggerli né introdurre modificazioni che rechino pregiudizio ai valori paesaggistici oggetto della protezione (art. 146, c. 1).
Nel caso di interventi in aree soggette a tutela paesaggistica sussiste l'obbligo di sottoporre all'ente competente i progetti delle opere da eseguire affinché ne sia accertata la compatibilità paesaggistica e sia rilasciata l'autorizzazione. L'interlocutore del soggetto proponente in materia di paesaggio è il Comune, a cui fa capo il rilascio dell'autorizzazione paesaggistica.

A chi si presenta

I soggetti proponenti, di cui all'art. 146 c.1 del Codice, hanno l'obbligo di presentare all'Amministrazione Comunale competente il progetto degli interventi che intendano intraprendere, corredato della prescritta documentazione, ed astenersi dall'avviare i lavori fino a quando non ne abbiano ottenuta l'autorizzazione (art. 146, c. 2).

Che cosa costituisce l'autorizzazione paesaggistica:

L'autorizzazione paesaggistica costituisce atto autonomo e presupposto rispetto al Permesso a Costruire o agli altri titoli legittimanti l'intervento urbanistico-edilizio. Fuori dai casi di cui all'art. 167, commi 4 e 5, l'autorizzazione non può essere rilasciata in sanatoria successivamente alla realizzazione, anche parziale degli interventi fatte salve le fattispecie concretatesi prima del 12 maggio 2006 (D.D. n. 498 del 04/04/2014).

Quali sono gli interventi di lieve entità per i quali è prevista una procedura di autorizzazione paesaggistica semplificata

L'art.11 del DPR 31/2017 ha stabilito procedure semplificate di rilascio dell’autorizzazione paesaggistica per interventi di lieve entità in base a criteri di snellimento e concentrazione dei procedimenti.
L’elenco dei 42 interventi di “lieve entità” assoggettati a procedimento semplificato di autorizzazione paesaggistica è riportato nell’Allegato "B" del DPR 31/2017.

Qual'è il periodo di efficacia dell'autorizzazione

L'autorizzazione paesaggistica rilasciata è efficace per un periodo di cinque anni, scaduto il quale l'esecuzione dei lavori deve essere sottoposta a nuova autorizzazione (art. 146, c. 4 così come modificato dal DL 70/2011). Qualora i lavori siano iniziati nel corso del quinquennio di efficacia dell'autorizzazione, possono essere conclusi entro e non oltre l'anno successivo la scadenza del quinquennio medesimo (art. 146, c. 4 così come modificato dalla Legge 12/2013). Il termine di efficacia dell'autorizzazione decorre dal giorno in cui acquista efficacia il titolo edilizio eventualmente necessario per la realizzazione dell'intervento, a meno che il ritardo in ordine al rilascio ed alla conseguente efficacia di quest'ultimo non sia dipeso da circostanze imputabili all'interessato (art. 146, c. 4 così come modificato dalla Legge 106/2014).

Quali sono gli interventi per i quali NON è richiesta l’autorizzazione paesaggistica:

- L'art. 149 elenca gli interventi per i quali non è richiesto il rilascio dell'autorizzazione paesaggistica, quali:

a) interventi di manutenzione ordinaria, straordinaria, di consolidamento statico e di restauro conservativo che non alterino lo stato dei luoghi e l'aspetto esteriore degli edifici;
b) interventi inerenti l'esercizio dell'attività agro-silvo-pastorale che non comportino alterazione permanente dello stato dei luoghi con costruzioni edilizie ed altre opere civili e sempre che si tratti di attività ed opere che non alterino l'assetto idrogeologico del territorio;
c) il taglio colturale, la forestazione, la riforestazione, le opere di bonifica, antincendio e di conservazione da eseguirsi nei boschi e nelle foreste indicati dall'articolo 142, c. 1, lett. g), purché previsti ed autorizzati in base alla normativa in materia.

- Non sono, altresì, soggetti al rilascio di autorizzazione paesaggistica gli interventi e le opere indicate nell'allegato "A" del DPR 31/2017, nonchè quelli indicati all'art. 4 del medesimo decreto.

 Commissione per il Paesaggio

La Commissione per il paesaggio è prevista dall'art. 148 del DLgs 42/2004 e dall’art. 153 della LRT 65/2014 ed esprime parere obbligatorio ai fine del rilascio dell’Autorizzazione Paesaggistica nelle aree interessate dal vincolo ai sensi della parte III° del DLgs 42/2004.
Il compito principale della Commissione è fornire pareri relativamente alla conformità degli interventi edilizi (da eseguire o in sanatoria) nelle aree interessate dal vincolo sotto il profilo compositivo, storico, ambientale e secondo le indicazioni del Piano di Indirizzo Territoriale con valenza di Piano Paesaggistico.
Dal parere espresso della Commissione deriva poi l'Autorizzazione Paesaggistica (art. 146 DLgs 42/2004) rilasciata dal Dirigente del Settore Opere e Lavori pubblici, Urbanistica del Comune di Lucca.

La Commissione è composta da tre membri esterni all'Amministrazione Comunale, nominati con deliberazione della Giunta Comunale.

I membri della Commissione per il paesaggio restano in carica per 5 (cinque) anni a decorrere dalla esecutività o immediata eseguibilità della deliberazione che li nomina - fatte salve successive disposizioni e/o specificazioni da operarsi in sede di aggiornamento delle disposizioni regolamentari in merito - e possono essere nominati una sola volta nello stesso Comune.

Membri della Commissione per il Paesaggio:

I membri della Commissione per il Paesaggio del Comune di Vecchiano, nominati con deliberazione della Giunta Comunale n. 108 del 21/08/2015 per il quinquennio 2015/2020, sono:

- Prof. Dott. Agr. Enrico Bonari
- Dott. Geol. Giuseppe Turrini
- Dott. Arch. Michela Sodini

Fonti normative
  • D. Lgs. 42/2004 - Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio;

 

 

  • L.R.T. 65/2014 - Norme per il Governo del Territorio;

 

 

 

  • PIT della Regione Toscana a valenza paesaggistica

 

Pagina 1 di 2