martiri bonificaVecchiano - La comunità vecchianese torna a commemorare la strage di Nodica, avvenuta il 14 agosto 1944. A distanza di 72 anni, domenica 14 agosto 2016 alle ore 18.00, si partirà dalla Piazza della Chiesa di Nodica per raggiungere la Bonifica, dove due cippi, posti in località Fossa Nera e Fosso Reale, ricordano i 25 civili caduti per mano nazifascista.

“Nell'agosto del '44 – racconta il Sindaco Massimiliano Angori – i tedeschi erano pronti per ritirarsi verso nord e lasciare finalmente il nostro territorio. Tuttavia, mentre Vecchiano e le sue frazioni subivano i bombardamenti delle forze americane alleate che cercavano di sfondare la linea del fronte, i tedeschi non si arresero alla consapevolezza dell'imminente sconfitta e divennero ancora più spietati. Tutta la popolazione maschile fu deportata nei campi di concentramento in Germania e non vennero risparmiate azioni di sangue contro civili inermi e stremati dalla guerra. Quel tragico lunedì del 14 agosto 1944, dove ora sorgono i cippi di Fossa Nera e Fosso Reale, costò la vita a molti nostri concittadini. E' nostro dovere fare in modo che episodi così cruenti non vengano sepolti e oscurati dalla polvere del tempo; spetta a noi il compito di riportare alla luce quei fatti per restituire dignità alle vittime, ai loro parenti e a tutta la comunità vecchianese. Sono pagine tristi e intrise di sangue della nostra storia locale, che non vanno strappate o cancellate, ma richiamate ad alta voce per consentire la crescita intellettuale e civica delle nuove generazioni”.

Dopo il raduno dei partecipanti in Piazza della Chiesa a Nodica, ci sarà la deposizione e la benedizione delle corone di alloro presso i cippi di Fossa Nera e Fosso Reale. A seguire, alle 18,45, sarà deposta una corona di alloro e sarà benedetto anche il cippo in Piazza Martiri della Bonifica a Migliarino Pisano. Alle 19,15 la celebrazione della messa e al termine l’orazione ufficiale del Sindaco Massimiliano Angori.

Condividi questo articolo