Vecchiano – Ad un mese dalla sua morte, Vecchiano ricorda Antonio Tabucchi. Nella seduta della Giunta Municipale del 17 aprile scorso, infatti, è stato deciso di intitolare la Biblioteca Comunale al grande scrittore recentemente scomparso.

“Antonio Tabucchi era fortemente affezionato e legato alla Biblioteca Comunale di Vecchiano”, commenta il Sindaco Giancarlo Lunardi. “Nel corso degli anni, aveva donato un gran numero di libri alla biblioteca e, spesso, era intervenuto ai dibattiti che si tenevano in questa piccola struttura culturale, con grande sorpresa da parte dei presenti”.

Inoltre, la Giunta ha deciso di intitolare a Tabucchi anche lo spazio culturale che sta nascendo nella zona dell’ex campo sportivo di Vecchiano, il cui progetto è giunto ormai all’esecuzione dei lavori del terzo lotto. Qui, una volta che saranno terminate le opere, sarà trasferita la Biblioteca Comunale, a cui si aggiungerà una ludoteca.

La centralissima Piazza Garibaldi di Vecchiano, poi, sarà insignita dell’espressione Piazza d’Italia.

“Le modalità sono ancora da definire, tuttavia abbiamo deciso di aggiungere questa espressione che caratterizzerà la piazza centrale del borgo vecchianese”, spiega il Sindaco Lunardi. “La piazza manterrà, infatti, il nome dell’Eroe dei Due Mondi, d’altronde così avrebbe voluto lo stesso Tabucchi, e, tuttavia, porterà impresso un chiaro ed esplicito riferimento proprio al romanzo dello scrittore, Piazza d’Italia, che appunto era la Piazza Garibaldi di Vecchiano”.

Infine, allo scopo di assumere in futuro iniziative culturali ed istituzionali in ricordo dell’opera letteraria di Antonio Tabucchi e del suo importante impegno civile, è stato deciso di costituire un Comitato di personalità di alto livello culturale che avrà il compito di scegliere le iniziative più opportune. A presiedere questo organismo, il Comune di Vecchiano ha chiamato lo scrittore Athos Bigongiali, grande amico di Antonio Tabucchi, che ha accettato con piacere l’invito.

Condividi questo articolo