Vecchiano – Raggiungono un livello di eccellenza nazionale i dati della raccolta differenziata del Comune di Vecchiano. Un risultato frutto di una politica di igiene ambientale nata alcuni anni fa e che ha visto il recente connubio di forze tra il sistema “porta a porta” e l’apertura della stazione ecologica in località Legnaio, avvenuta lo scorso 5 ottobre 2009.

“L’impegno dell’Amministrazione Comunale e di Geofor è stato mirato, ma va sottolineato anche il merito della cittadinanza, che ben si è integrato, da tempo, nel sistema di gestione dei rifiuti.”, commenta il sindaco Giancarlo Lunardi. “La collaborazione della popolazione che ha accettato di buon grado la raccolta Pap, infatti” prosegue Lunardi “ci ha permesso di collocarci tra i primi comuni in termini di raccolta differenziata, per ben due anni consecutivi, il 2010 e il 2011, siamo stati i primi Comuni del pisano, come certifica l’agenzia regionale ARRR. Parlando di numeri, il Comune di Vecchiano si sta stabilizzando con un dato che si aggira intorno al 70% di raccolta differenziata. Un dato consolidato che permette di superare ampiamente gli obblighi derivanti dalla normativa nazionale”.

“Siamo particolarmente soddisfatti di questi valori – ha commentato ancora l’Assessore all’Ambiente Massimiliano Angori – “L’introduzione della stazione ecologica di via dei Salcetti, necessaria in un sistema che applica il porta a porta come metodo di raccolta, ha consentito un’impennata dei valori, frutto di una corretta gestione complessiva del rifiuto, ma non solo, ha permesso di costruire un sistema premiante che consente di pesare puntualmente i rifiuti conferiti dal cittadino e di attribuirgli al termine dell’anno uno sconto in bolletta; se sommiamo questo alla possibilità di attuare il biocompostaggio domestico, lo sconto sulla TIA diventa ancora più elevato”.

“Per quanto riguarda ancora l’aspetto economico” precisa il Sindaco Lunardi “la raccolta differenziata ci consente anche di risparmiare risorse per lo smaltimento dei rifiuti che vengono ricollocate. Tale risparmio ci ha permesso di mantenere inalterata, rispetto al 2011, la TIA per l’anno 2012. Ciò mentre molti comuni hanno ritoccato la tariffa sui rifiuti”.

“E’ necessario operare una campagna diffusa e intensa affinché i cittadini si attribuiscano, come del resto è la realtà, questo ottimo risultato raggiunto”, aggiunge l’Assessore Angori. “Tutto ciò deve servire da stimolo per raggiungere obiettivi ancora più ambiziosi della percentuale di raccolta differenziata: la riduzione della produzione dei rifiuti. Per questo occorre sensibilizzare la cittadinanza a partire dalle nuove generazioni, è necessario far comprendere a pieno quanto sia importante una bassa produzione dei rifiuti e quindi un uso consapevole delle risorse”.

 

Allegati da scaricare:

Comunicato stampa di Geofor

Un momento della conferenza stampa alla Stazione Ecologica di Via dei Salcetti

Condividi questo articolo