Vecchiano – Campo sportivo di Migliarino: realizzato un intervento di adeguamento per la produzione di acqua calda sanitaria presso l’impianto attualmente gestito dalla società Polisportiva Migliarino A.S.D. I lavori sono stati eseguiti dall’Azienda ToscanaEnergia Green che ha adeguato l’impianto, dotando la caldaia a gas esterna di due nuovi boiler di accumulo da 1000 litri l’uno, collegati in serie ma tali da funzionare indipendentemente, e di un addolcitore a servizio dell’alimentazione dell’acqua calda sanitaria. Contemporaneamente sono stati installati 30 nuovi soffioni per le docce degli spogliatoi. Il costo complessivo dell’opera ammonta a circa 22.000 euro.

“L’intervento alla caldaia rappresenta una soluzione che risolve il problema della quantità di acqua calda necessaria a soddisfare il fabbisogno delle numerose squadre, soprattutto giovanili, che si trovano ad allenarsi e a gareggiare presso gli impianti comunali di Migliarino”, afferma il Sindaco Giancarlo Lunardi. “Si tratta di un risultato molto importante per tutti gli atleti che frequentano il campo sportivo di Migliarino che potranno adeguatamente utilizzare l’impianto”, conferma l’Assessore allo Sport Bruno Sermonti. Ma non solo: “l’intervento eseguito consentirà un forte risparmio di acqua” spiega l’Assessore all’Ambiente e ai Lavori Pubblici Massimiliano Angori. “Grazie al miscelatore termostatico, infatti, l’acqua calda prodotta viene opportunamente miscelata con l’acqua fredda per far raggiungere istantaneamente, al momento dell’erogazione, una temperatura ottimale: in questo modo, si riduce al minimo il fastidioso shock iniziale acqua caldissima e poi freddissima, che vede l’atleta nella doccia far scorrere via acqua inutilmente, in attesa del raggiungimento della temperatura adeguata. Un risparmio idrico sarà dato anche dai nuovi soffioni delle docce, dotati di un limitatore di portata di acqua che passa da 9lt/min contro i normali erogatori da 15 lt/min. Infine, questi lavori, a breve produrranno anche un risparmio delle fonti di energia tradizionali a vantaggio delle energie alternative: le apparecchiature di produzione di acqua calda, infatti, sono predisposte per funzionare tramite il solare termico, da realizzare con un prossimo lotto”.

 

Condividi questo articolo