Super User

Super User

Lunedì, 17 Marzo 2014 01:00

URP - Ufficio Relazioni con il Pubblico

URP – Ufficio Relazioni con il Pubblico

Recapiti telefonici:
050 859659 - 050 859666 

Attività:
L’URP è il principale front - office del Comune con 30 ore settimanali di apertura al pubblico. Presso l’URP è possibile:

Cosultare l'elenco degli uffici

Avere informazioni sui servizi e sugli orari comunali, sulle iniziative promosse o patrocinate dal Comune
Presentare reclami e segnalazioni
Depositare lettere, richieste e corrispondenza comunque indirizzata al Comune, inclusi gli atti di natura tecnica (richieste di permesso per costruire, DIA, ecc.);
Presentare richieste di accesso ad atti del Comune di Vecchiano
Consultare la Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana ed il Bollettino Ufficiale della Regione Toscana
Consultare bandi di concorso e offerte di lavoro
Effettuare iscrizioni e pagamenti per i servizi scolastici (scuolabus e mensa)

» Dettagli ufficio


Certificati anagrafici e documenti d'identità

Recapiti telefonici:
050 859666 - 050 859658 - 050 859659

Attività:
l’ufficio rilascia i CERTIFICATI previsti dalle leggi e dai regolamenti che regolano i diversi servizi. In particolare i certificati principali sono i seguenti:

certificato di residenza e stato di famiglia (anagrafe)
certificati ed estratti di nascita, matrimonio, morte (stato civile)
certificato di cittadinanza (il Sindaco)
godimento dei diritti politici (servizio elettorale).

Si deve però ricordare che tutte le posizioni registrate dai servizi anagrafe, stato civile, elettorale, leva militare possono essere autocertificate.
Questo significa che non c’è bisogno di chiedere il certificato: il cittadino dichiarerà direttamente all’ufficio che glieli chiede i dati necessari, servendosi dei moduli forniti da quell'ufficio o anche semplicemente su un proprio foglio.
La firma in fondo all’autocertificazione non deve essere autenticata. Questo vuol dire che quando si deve dimostrare la residenza, la composizione della propria famiglia, i dati relativi alla nascita, al matrimonio o alla morte di un congiunto, ecc., non è più necessario andare in Comune.

CARTA D’IDENTITA’ E' rilasciata a tutti i cittadini, italiani o stranieri, fin dai primi giorni di vita. Ha validità dieci anni per gli adulti e cinque per i minori. Può essere rinnovata anticipatamente in caso di furto, smarrimento, deterioramento. Non è necessario rinnovarla invece se cambiano alcuni dati come l’indirizzo, la professione o lo stato civile, perché i dati fondamentali del documento sono quelli che identificano la persona (nome, cognome, luogo e data di nascita, estremi dell’atto di nascita). L’indicazione dello stato civile è inoltre facoltativa. Il costo del documento è di € 5,16 + € 0,26 per diritti di segreteria. Sono necessarie due fotografie. Le carte d'identità che hanno data di scadenza a partire dal 26 giugno 2008 sono prorogate di diritto a dieci anni dalla data di rilascio. Si consiglia di recarsi in Comune per far apporre, gratuitamente, il timbro che dà atto della proroga della validità.
La carta d’identità è un documento valido per l’espatrio nei paesi dell’Unione Europea e verso altri paesi europei e dell’area del Mediterraneo, salvo i casi di chi abbia uno degli impedimenti all’espatrio previsti dalla legge che regola i passaporti.

Il PASSAPORTO è rilasciato dalla Questura. Servono due fotografie, una marca per concessioni governative di € 40,29 e la ricevuta del versamento del costo del libretto. Se si hanno figli minori, è inoltre necessaria la firma per assenso dell’altro genitore. Non servono invece certificati di sorta, perché tutti i dati sono dichiarati direttamente dal richiedente. Dal 26 ottobre 2006 è rilasciato il passaporto elettronico, in regola con le disposizioni per l’ingresso negli Stati Uniti senza visto. Dal 2003 il passaporto vale dieci anni. La validità dei passaporti rilasciati precedentemente può essere prorogata a dieci anni dalla data dell’iniziale rilascio.
Il passaporto è rilasciato anche ai bambini più piccoli. Non sono più iscritti sui passaporti dei genitori perché devono avere il proprio.

» Dettagli ufficio


Protocollo - Notifiche

Recapiti telefonici:
050 859642

Attività:
Servizio di notifica di atti emessi dal Comune o da altri Enti Pubblici.

Protocollo generale di tutta la corrispondenza in arrivo al Comune. NB: la corrispondenza depositata personalmente, deve essere presentata all’URP, sede distaccata in via xx settembre n. 9.

» Dettagli ufficio

Responsabile del procedimento

Dott. Marcello Carrara

Oggetto della prestazione

Informazioni, rilascio di dichiarazioni, esibizione di documenti, accesso informale agli atti da parte degli aventi titolo ed altre attività inerenti i procedimenti svolti dal Servizio di Polizia Muicipale.

Accesso formale agli atti, previa istanza scritta, in tutti i casi in cui vi siano controinteressati che devono essere preventivamente informati della richiesta di accesso.

Eventuali altri uffici coinvolti nell'erogazione del servizio

Ufficio Relazioni col Pubblico (U.R.P.)

Modalità e tempi di erogazione del servizio

Mercoledì dalle ore 15:00 alle ore 17:00 e Giovedì dalle ore 9:00 alle ore 12:00 immediata per l'accesso informale; dopo 10 giorni dalla data in cui il controinteressato ha ricevuto notizia delle richiesta di accesso.

Contributi a carico dell'utente

In caso di rilascio di copia il rimborso del costo di riproduzione è di 5 centesimi di Euro per pagina, da pagarsi attraverso il servizio di pagamenti PagoPA comunale, con accesso dal seguente link: https://innovazione.comune.vecchiano.pisa.it/hh/index.php

 

Come e a chi si presenta la richiesta di accesso ai documenti amministrativi

Accesso informale: il diritto di accesso può essere esercitato in via informale, dietro semplice richiesta verbale all'ufficio durante l'orario di apertura al pubblico, purché la tipologia ed i contenuti del documento richiesto escludano la presenza di contro interessati, che vedrebbero compromesso il loro diritto alla riservatezza dall'esercizio dell'accesso. La valutazione se ammettere o meno l'accesso in via informale spetta al responsabile dell'ufficio o al personale da questo delegato.

Accesso formale: ove sia necessario compiere una valutazione più approfondita sull'interesse manifestato dal richiedente per accedere agli atti, ed in tutti i casi in cui sono presenti o si deve valutare circa la presenza di eventuali contro interessati all'esercizio del diritto di accesso, è necessario presentare formale richiesta di accesso, utilizzando la modulistica presente in allegato in fondo alla pagina. La richiesta, sottoscritta dall'interessato può essere:

  • consegnata personalmente all'ufficio di Polizia Municipale, nel caso questo abbia formato l'atto o il documento richiesto, o lo detenga stabilmente, diversamente sarà invata all'ufficio competente a valutare la richiesta;

  • consegnata personalmente all'U.R.P. comunale, Via XX Settembre 9 (p. terra) durante i suoi orari di apertura;

  • consegnata nel luogo sopra indicato a mezzo di un delegato, munito di delega in carta semplice e da una fotocopia del documento di identità del delegante;

  • inviata attraverso il servizio postale, allegando la copia fotostatica del documento di identità del richiedente;

  • inviata per via telematica, esclusivamente attraverso la propria casella di Posta Elettronica Certificata, all'indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La domanda deve essere compilata in ogni sua parte.

Il procedimento di accesso sarà archiviato ove la richiesta contenga indicazioni generiche, ovvero che non consentano d'individuare con certezza il documento richiesto o di valutare l'interesse su cui si fonda l'esercizio del diritto di accesso da parte del richiedente.

 

Riferimenti normativi :

Articoli 22, 23, 24 e 25 Legge 7/08/1990, n. 241, D.P.R. n. 184/2006 “Regolamento recante disciplina di accesso ai documenti amministrativi", Regolamento comunale relativo alla Disciplina dell'attività amministrativa del procedimento amministrativo e dell'accesso agli atti e ai documenti.

Nei casi in cui è possibile l'Accesso Civico si deve accedere attraverso il menù posto a lato della Sezione "Amministrazione Trasparente" (rif. art. 10 D.Lgs. n. 267/2000 articoli 5 e 9 D.Lgs. n. 33/2013).

 

Oggetto della prestazione

Verifica di segnalazioni qualificate di violazioni di legge o regolamenti ed ordinanze comunali. Rilievo di sinistri stradali in caso di feriti o su richiesta delle parti

Modalità di richiesta

Telefonica: 050 859637 Comando P.M. – Cellulari di Servizio 335 7320527, 335 7418386

Modalità e tempi di erogazione del servizio

Immediata, compatibilmente col contingente di personale di P.M. a disposizione del servizio di Pronto Intervento ed allo svolgimento di intreventi prioritari, quali il soccorso alle persone o ed il completamento delle attività non differibili già in corso al momento della recezione della segnalazione.

Responsabile del procedimento

 Dott. Marcello Carrara

Responsabile del procedimento

Dr. Marcello Carrara

 

Oggetto del procedimento:

rilascio di Autorizzazioni per manifestazioni sportive, previa valutazione delle misure di sicurezza da parte dell'organizzatore (a disposizione un breve PROMEMORIA in allegati a fondo pagina), o di Nulla-Osta al transito di competizioni sportive sulla viabilità del territorio comunale, ai sensi dell'art. 9 Codice della Strada, DLgs. 30 aprile 1992 n. 285 e successive modificazioni.

 

AVVISO IMPORTANTE

 

Anche nei casi in cui l'organizzatore della manifestazione sportiva abbia il solo obbligo della comunicazione anticipata alla Questura previsto dall'art. 123 del Regolamento T.U.L.PS. (R.D. 06/05/1940, n. 635), perchè intende promuovere una manifestazione sportiva con carattere educativo, esclusa qualsiasi finalità di lucro o di speculazione,

in allegato alla richiesta di autorizzazione per una valutazione sulle misure di sicurezza previste dall'organizzatore, ai sensi della Direttiva del Ministero dell'Interno N. 11001/1/110/(10) del 18/07/2018 contenente Modelli organizzativi e procedurali per garantire alti livelli di sicurezza in occasione di manifestazioni pubbliche, in cui si riassumono e si coordinano, reductio ad unum, le precedenti linee di indirizzo in materia, vanno invate insieme alla richiesta:

  1. una relazione descrittiva dell'evento con l'indicazione del numero previsto dei partecipanti e delle aree destinate al pubblico, nonché delle attività collaterali quali registrazioni e premiazioni dei partecipanti, effettuazione di ristori ed altre;
  2. l'indicazione circa l'installazione o meno di appartati alimentati dalla rete elettrica (es. diffusione fonica), da serbatoi di gas petrolio liquefatto (G.P.L.) o da altro combustibile;
  3. la rilevazione del rischio per la pianificazione del servizio di Emergenza Territoriale 118 (v. documento in allegati a fondo pagina).

Nel caso in cui non sia allegata detta documentazione alla richiesta il procedimento verrà sospeso.

 

 

NORMATIVA DI RIFERIMENTO:

- Art. 123 Regolamento T.U.L.P.S. (R.D. 06/05/1940, n. 635)

- Direttiva del Ministero dell'Interno N. 11001/1/110/(10) del 18/07/2018 contenente Modelli organizzativi e procedurali per garantire alti livelli di sicurezza in occasione di manifestazioni pubbliche

- D.Lgs. 30.04.1992 n.285, Codice della Strada;

- D.P.R. 16/12/1992 n.495, Regolamento esecuzione Codice della Strada

- Circolare del Ministero dell'Interno n. 300/A/10164/19/116/1/1 del 27 novembre 2019 - Modifiche al disciplinare per le scorte tecniche alle competizioni ciclistiche

 

 

 

Referenti

Assistente di P.M. Cinzia Ricci

Responsabile del procedimento

Dott. Marcello Carrara

Oggetto della prestazione

Rilascio di autorizzazioni per l'occupazione di suolo pubblico, non a fini commercialiin assenza di manomissioni del suolo o degli arredi pubblici, quali pavimentazioni stradali, marciapiedi ed altro: in questi casi il procedimento è di competenza del Servizio Lavori Pubblici - U.O. Manutenzioni e Patrimonio o del S.U.A.P per quelle a fini commerciali.

Eventuali altri uffici coinvolti nell'erogazione del servizio

U.R.P. – Servizio Lavori Pubblici, U.O. Manutenzioni e Patrimonio - SUAP comunale

Servizio Viabilità Provincia di Pisa in caso di interessamento delle Strade Provinciali n. 10 e 30, nell'attraversamento dei Centri Urbani di Migliarino, Nodica, Vecchiano, Avane e Filettole

Modalità di richiesta

Presentazione di apposita istanza presso l’Ufficio Relazioni col Pubblico (U.R.P.) o con P.E.C. all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. almeno dieci giorni prima della prevista occupazione completa degli allegati richiesti (fatto salvo il rilascio del prescritto Nulla Osta della Provincia di Pisa nel caso di interessamento delle Strade Provinciali n. 10 e 30), utilizzando l'apposito modulo di richiesta (All. A).

Per occupazioni giornaliere di suolo pubblico per traslochi e piccoli lavori di manutenzione della durata al massimo di 10 ore di tempo, tra le ore 8:00 e le 18:00, che non prevedono modifiche o deroghe alla circolazione stradale, né manomissioni delle pavimentazioni, suolo o arredi pubblici, può essere utilizzato l'apposito modulo di richiesta semplificato (All. B), da presentarsi almeno 4 giorni lavorativi prima dell'inizio dell'occupazione (es. giovedì per lunedì).

Modalità e tempi di erogazione del servizio

Entro il termine di inizio della richiesta occupazione, se rispettati i termini di presentazione al Servizio di Polizia Municipale.

Documentazione da presentare con la richiesta

Apposito modulo debitamente e completamente compilato cui vanno allegati:

una planimetria quotata per evidenziante l’ubicazione dell’area, con l'indicazione degli ingombri delle occupazioni e degli spazi viari che restano transitabili dai veicoli e dai pedoni (non richiesta nel caso di occupazione giornaliera);

n° 1 Marca da bollo da euro 16,00 (fatte salve le esenzioni previste ai sensi dell’allegato B al D.P.R. 642/72 o ai sensi di disposizioni speciali: es. ONLUS, Associazioni iscritte all’albo regionale del volontariato, ecc.);

lafotocopia del documento di identità del richiedente in corso di validità, se il modulo con la richiesta non è presentato di persona dall'interessato.

Contributi a carico dell'utente

N° 1 Marca da bollo da euro 16,00 (fatte salve le esenzioni previste ai sensi dell’allegato B al D.P.R. 642/72 o ai sensi di disposizioni speciali: es. ONLUS, Associazioni iscritte all’albo regionale del volontariato, ecc.), da apporre sull'Autorizzazione al momento del ritiro;

Pagamento del canone, calcolato dall'ufficio, Utilizzando l'avviso di pagamento PagoPA inviato da questo ufficio e che è collegato all'IBAN : IT 39 F 07601 14000 001041796846 intestato a Comune di Vecchiano - Serv. Tesoreria CANONE UNICO. Ove si utilizzi il pagamento con bonifico indicare: << Autorizzazione per occupazione suolo pubblico richiesta da ....... (nome/cognome o denominazione del richiedente) >>. La quietanza del pagamento andrà sempre esibita al momento del ritiro dell’Autorizzazione all'impiegato dell'ufficio U.R.P. comunale, oppure inviata con P.E.C. nel caso si chieda la consegna di copia dematerializzata dell'autorizzazione.

Note per l'utente

La domanda va presentata direttamente all’U.R.P. Comunale, oppure per posta o P.E.C. (i termini del procedimento decorrono dalla sua effettiva recezione da parte di questo Servizio).

Successivamente il Servizio di Polizia Municipale provvederà ad istruire la pratica, di concerto con gli Uffici del Servizio Lavori Pubblici comunale ed calcolare l'ammontare del canone di occupazione da versare tassa Il ritiro dell’autorizzazione andrà effettuato presso l’U.R.P. Comunale con sede in Vecchiano, Via XX settembre, n. 9, piano terra;

Apertura al pubblico:dal lunedì al sabato dalle 8.30 alle 12.30; martedì pomeriggio dalle 15.00 alle 17.30 e giovedì con orario dalle 8.30 alle 13.30 e dalle 14.30 alle 16.30. Nei mesi di luglio ed agosto l’U.R.P. è aperto solo al mattino.

Occupazioni per iniziative politiche, fatte salve le specifiche norme di legge e le disposizioni promulgate dalla locale Prefettura per quelle che si svolgono durante il periodo di convocazione dei collegi elettorali e che sono esonerate anche dal pagamento dell'imposta di bollo, si applica l'esonero dal pagamento della tariffa per l'occupazione di spazi ed aree pubbliche, purché l'area occupata non ecceda i 10 metri quadrati. 

Nel periodo di convocazione dei comizi elettorali si suggerisce di anticipare le richieste in copia a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. perchè: le aree a disposizione dei soggetti interessati all'occupazione, rilascita a titolo gratuito, sono quelle sotto indicate, stabilite con Deliberazione della Giunta Comunale N. 12/2013; il rilascio dell'Autorizzazione per l'occupazione è improntato al criterio del pluralismo dei beneficiari, tenuto conto dell'ordine cronologico di presentazione della richesta al protocollo comunale, ove si verificassero sovrapposizioni di richieste per la medesima area a quello della rotazione, promuovendo possibilmente l'accordo tra i soggetti interessati, per cui ogni richiesta è presentata per un singolo evento.

VECCHIANO:  Piazza Pasolini e Piazza M.L. King
FILETTOLE:    Piazza S.Allende
AVANE:           Piazza Carducci e Piazza del Mercato
NODICA:         Piazza 1 Maggio; Largo F. Coppi, Piazza E. Ferrari;
MIGLIARINO:  Piazza della Libertà.
Nelle aree che ospitano il mercato settimanale, la manifestazione se concomitante, si terrà fuori dell’area mercatale

ATTENZIONE  nel caso la richiesta di occupazione di suolo pubblico sia funzionale allo svolgimento di una manifestazione pubblica, poiché il richiedente ha l'obbligo di presentare la comunicazione prevista dall'art. 18 del T.U.L.P.S. alla Questura di Pisa (v. modello in Allegati da scaricare) o essere in possesso dell'autorizzazione prevista dagli articoli 68 e 69 del T.U.L.P.S., è necessario che copia di tale comunicazione o autorizzazione venga allegata alla richiesta di concessione di suolo pubblico. Nel caso in cui non sia allegata il procedimento verrà sospeso.

Leggi e norme di riferimento

R.D. 18 giugno 1931, n. 773 "Testo unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza"

Direttiva Capo di Gabinetto Ministero dell'Interno prot. N. 11001/1/110/(10) del 18/07/2018 contenente Modelli organizzativi e procedurali per garantire alti livelli di sicurezza in occasione di manifestazioni pubbliche

Dlgs. n°507/1993, Dlgs. n. 285/1992 (Codice della Strada) e D.P.R. 16/12/1992 n.495 (Regolamento d'esecuzione Codice della Strada);

Decreto Ministeriale del 10/07/2002 “Disciplinare tecnico relativo agli schemi segnaletici, differenziati per categoria di strada, da adottare per il segnalamento temporaneo (G.U. 26 settembre 2002, n. 226, suppl. straord);

Regolamento Comunale per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche.

Art. 3, comma 67 Legge n. 549/1995 esonero dal pagamento della tassa, oggi canone, per coloro che promuovono manifestazioni o inizative a carattere politico sino a mq 10 di spazio pubblico occupato.

Deliberazione Giunta Comunale N. 12/2013  INDIVIDUAZIONE DEI LUOGHI PUBBLICI DA METTERE A DISPOSIZIONE PER LO SVOLGIMENTO DELLA CAMPAGNA ELETTORALE

Art. 7 legge n. 130/1975 Modifiche alla disciplina della propaganda elettorale, ecc.

 

Referenti

Dott.ssa Francesca Vietri

Eventuali altri uffici coinvolti nell'erogazione del servizio

Azienda U.S.L. n°5 di Pisa U.O. Medicina Legale - Servizio LL. PP. Manutenzioni e gestione Patrimonio e Demanio comunale

Modalità di richiesta

Mediante presentazione di apposita istanza al Servizio di Polizia Municipale

Modalità e tempi di erogazione del servizio

Entro al massimo 30 giorni dalla richiesta.
In genere, ove la documentazione risulti completa e per venire incontro alle necessità dei richiedenti, il rilascio avviene nel tempo più breve possibile.

Documentazione da presentare

 

PER IL RILASCIO DEL CONTRASSEGNO

1. Modulo di richiesta al Sindaco di VECCHIANO in carta semplice ;

2. Certificato apposito rilasciato dal medico legale dell’A.S.L. 5 di PISA GALLERIA G.B. GERACE N.14 - Tel 050 954430 nel quale deve essere specificato che la persona per la quale è richiesto il contrassegno ha effettiva capacita di deambulazione sensibilmente ridotta;

3. n° 1 Marca da bollo da euro 16,00 solo se il certificato medico è rilasciato a tempo determinato

4. n° 2 Fototessera

PER IL RINNOVO DEL CONTRASSEGNO

1. Modulo di richiesta al Sindaco di VECCHIANO in carta semplice;

2a. Se il primo rilascio è avvenuto a tempo indeterminato, è sufficiente produrre il certificato rilasciato dal medico curante convenzionato A.S.L., che confermi il persistere delle medesime condizioni sanitarie che hanno dato luogo al rilascio del precedente contrassegno ;

2b. Se il primo rilascio è avvenuto a tempo determinato, occorre sottoporsi nuovamente a visita presso la A.S.L. 5 di PISA GALLERIA G.B. GERACE N.14 - Tel 050 954430 nel quale è specificato che la persona per la quale è richiesto il contrassegno ha effettiva capacita di deambulazione ensibilmente ridotta;

3. Vecchio contrassegno, precedentemente rilasciato.

4. n° 2 Fototessera

 

PER IL RILASCIO DL DUPLICATO DEL CONTRASSEGNO

 1. Modulo di richiesta al Sindaco di VECCHIANO in carta semplice;

2. Denuncia di smarrimento o distruzione presentata a un posto di Polizia dello Stato  o Stazione Carabinieri;

3. Vecchio contrassegno, precedentemente rilasciato, nel caso di deterioramento

4. n° 2 Fototessera

 

PER IL RILASCIO DEL PARERE PER LA REALIZZAZIONE DI STALLI DI SOSTA INVALIDI PERSONALIZZATI

1. Compilare l'apposito modulo di richiesta posto in allegati, su cui il Servizio di Polizia Municipale verificati i requisiti del richiedente e le condizioni della viabilità interessata rilasciarà il propio parere al Servizio LL. PP. Manutenzioni e gestione Patrimonio e Demanio comunale.

 

AVVISO rilascio Contrassegno Unico Disabili Europeo (CUDE) in collegamento all’Archivio Nazionale dei Veicoli (ANV)

al momento non è possibile perché non sono operativi i collegamenti necessari ai Comuni per inserire i dati nella banca dati gestita dal Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili

 

 

Leggi e norme di riferimento

Art 188, Dlgs. n. 285/1992 (Codice della Strada), art. 381 D.P.R. n. 495/1992, successive modifiche ed integrazioni

 

Lunedì, 17 Marzo 2014 00:00

Rilascio copie sinistri stradali

Referenti

Dott.ssa Francesca Vietri

Eventuali altri uffici coinvolti nell'erogazione del servizio

Ufficio Relazioni col Pubblico (U.R.P.)

Modalità di richiesta

Mediante presentazione di apposita istanza indirizzata al Comando di Polizia Municipale, il cui modulo di richiesta è scaricabile da questa pagina.

Modalità e tempi di erogazione del servizio

Le istanze di accesso al Rapporto dei rilievi dell’incidente, verranno evase mediante rilascio di semplice copia fotostatica o dematerializzata (file .PDF) degli atti dopo 7 giorni dalla ricezione da parte di questo Comando. In ossequio alle Direttive della Procura della Repubblica presso il Tribunale di PISA, saranno osservate leseguenti modalità e tempistica: A. le informazioni inerenti le parti coinvolte, le coperture assicurative dei veicoli e i dati che ne consentonol’individuazione, nonché la sommaria descrizione dello stato dei luoghi e delle infrazioni al Codicedella Strada accertate, saranno rilasciate non appena disponibili; B. la “copia integrale” del Rapporto dei rilievi dell’incidente stradale sarà rilasciata solo dopo 100 giornidalla data dell’evento nel caso in cui il sinistro abbia comportato lesioni a persona anche solo dilievissima entità, con eccezione degli eventuali referti medici presenti nel fascicolo; C. nell’ipotesi di incidente con esito mortale o in pendenza di procedimento penale di competenzadel Tribunale, gli atti del Rapporto dei rilievi dell’incidente possono essere rilasciati solo previa auto-rizzazione della competente Autorità Giudiziaria; D. nell’ipotesi si sia instaurato un procedimento penale innanzi al Giudice di Pace, questo Comandodi P.M. deve depositare gli atti del Rapporto dei rilievi dell’incidente presso la segreteria del Pubblico Ministero presso la Procura della Repubblica di Pisa, pertanto in tale caso, l’accesso agli atti e il rilascio delle copie avverrà a cura degli uffici giudiziari competenti o su loro delega.

Saranno osservate le seguenti modalità e tempistica:

A. le informazioni acquisite inerenti le parti coinvolte, le coperture assicurative dei veicoli coinvolti e i dati che ne consentono l’individuazione, necessarie alle denuncia dei danni alle assicurazioni, saranno rilasciate non appena saranno disponibili, ovvero anche in sede di rilevamento del sinistro, senza alcun costo ed anche su richiesta verbale dell'interessato (rif. art. 11, comma 4 Codice della Strada);

B. Accesso al fascicolo del sinistro ed estrazione di copia: le informazioni inerenti le parti coinvolte, le coperture assicurative dei veicoli e i dati che ne consentono l’individuazione, nonché la sommaria descrizione dello stato dei luoghi e delle infrazioni al Codicedella Strada accertate, contenute nel Rapporto dei rilievi del sinistro, saranno rilasciate dopo 7 giorni dalla data ricezione della richiesta di accesso ed entro il termine di 30 giorni dalla stessa data;

B. Accesso al fascicolo del sinistro ed estrazione di “copia integrale” del Rapporto dei rilievi dell’incidente stradale, nel caso in cui il sinistro abbia comportato lesioni a persona anche solo dilievissima entità e con esclusione degli eventuali referti medici presenti nel fascicolo, sarà rilasciata solo dopo 100 giorni dalla data dell’evento;

C. Accesso al fascicolo del sinistro ed estrazione di copia nell’ipotesi di incidente con esito mortale o in pendenza di procedimento penale di competenzadel Tribunale, gli atti del Rapporto dei rilievi dell’incidente possono essere rilasciati solo previa autorizzazione della Autorità Giudiziaria;

D. Accesso al fascicolo del sinistro ed estrazione di copia nell’ipotesi si sia instaurato un procedimento penale innanzi al Giudice di Pace, questo Comando deve depositare gli atti del Rapporto dei rilievi dell’incidente presso la segreteria del Pubblico Ministero presso la Procura della Repubblica di Pisa, pertato l’accesso agli atti e il rilascio delle copie avverrà a cura degli Uffici Giudiziari competenti

Documentazione da presentare

Compilazione apposito modulo

Contributi a carico dell'utente

Pagamento dei diritti e spese per rilascio copia degli atti contenuti nel fascicolo del sinistro attraverso il servizio di pagamenti PagoPA comunale, con accesso dal seguente link: https://innovazione.comune.vecchiano.pisa.it/hh/index.php

 di:

  • Euro 10,00 per la sola copia del fascicolo,
  • Euro 15,00 per il fascicolo completo degli allegati fotografici, rilievi planimetrici e verbali delle dichiarazioni dei coinvolti e dei testimoni in forma dematerializzata
  • Euro 25,00 per il fascicolo completo degli allegati fotografici, rilievi planimetrici e verbali delle dichiarazioni dei coinvolti e dei testimoni su supporto cartaceo.

Leggi e norme di riferimento

Art. 11, comma 4 Dlgs. n° 285/1992 (Codice della Strada)

Art. 21, commi 3, 4 , 5 e 6 D.P.R. n° 495/1992 (Regolamento esecuzione Codice della Strada)

Deliberazione G.C. N. 5 del 13/01/2020 DETERMINAZIONE E AGGIORNAMENTO DELLE SPESE, DEI COSTI DI ACCERTAMENTO E NOTIFICAZIONE DEI VERBALI DI VIOLAZIONE AL
CODICE DELLA STRADA E ALTRE LEGGI O REGOLAMENTI COMUNALI E DI QUELLI PER IL RILASCIO COPIE DEL FASCICOLO SINISTRO STRADALE

 

Referenti

Dott.ssa Francesca Vietri

Eventuali altri uffici coinvolti nell'erogazione del servizio

Prefettura di Pisa, Ufficio del Giudice di Pace di Pisa 

Modalità di richiesta

Ricorsi avverso sanzioni al Codice della Strada

Esistono due modalità per poter effettuare il ricorso avverso le sanzioni amministrative emesse per violazioni alle norme sulla circolazione stradale:

1) Ricorso al Prefetto di Pisa: esente da imposta di bollo, indirizzato: "Al Prefetto di Pisa tramite il Comando di Polizia Municipale di Vecchiano", trasmesso per posta raccomandta o P.E.C., oppure depositato all'U.R.P. di questo Comune. Tale ricorso può essere presentato anche direttamente alla Prefettura di Pisa, la quale lo dovrà inviare a questo Comando per la sua preliminare istruttoria; in questo caso si ha un allungamento dei tempi per la risposta. In entrambi i casi il termine tassativo per la sua presentazione è quello di 60 giorni dalla contestazione o notificazione del verbale.

2) Ricorso al Giudice di Pace: Il ricorso, esente da imposta di bollo ed esperibile senza l’obbligo dell’assistenza di un legale, va presentato direttamente o mediante lettera raccomandata, all’Ufficio del Giudice di Pace di Pisa, via Palestro 39. entro il termine tassativo di 30 giorni dalla contestazione o notificazione. Il Giudice fisserà l’udienza di comparizione perché si instauri il contradditorio tra le parti e quindi si possa addivenire alla decisione sul ricorso.

Documentazione da presentare

Memoria illustrante i motivi del ricorso, copia del verbale impugnato

Leggi e norme di riferimento

Dlgs. n°285/1992 articoli 203, 204 e 204 bis (Codice della Strada); Legge n°689/1981 (procedimento sanzionatorio amministrativo).

Responsabile del procedimento

Dott.ssa Francesca Vietri

 

Lunedì, 17 Marzo 2014 00:00

Pagamento sanzioni amministrative

Come e dove si pagano le sanzioni amministrative per violazioni al Codice della Strada

Entro 5 gg. dalla contestazione o notificazione della violazione è ammesso il pagamento in misura ridotta scontato del 30%, comprensivo delle eventuali spese di procedimento e notifica, in tutti i casi in cui non è prevista la sanzione accessoria della sospensione della patente di guida o quella della confisca del veicolo. Dal 6° e fino al 60° giorno successivi alla contestazione o notificazione è ammesso il pagamento in misura ridotta, comprensivo delle eventuali spese di procedimento e notifica, in entrambi i casi  si può pagare:

1) Utilizzando le modalità e i canali di pagamento indicati nell'AVVISO DI PAGAMENTO pagoPA allegato al verbale notificato.

2) Traverso il servizio web di questo Comune accessibile alla pagina "Pagamenti spontanei", compilando con attenzione il form con i dati richiesti (vai alla pagina dedicata)

3) UNICAMENTE per i PREAVVISI di emissione del verbale di violazione (avviso lasciato sul veicolo), presso gli sportelli postali con versamento sul c/c postale n° 1040834911  intestato a COMUNE DI VECCHIANO MULTE SANZIONI AMMINISTRATIVE SERVIZIO TESORERIA (non è ammesso il pagamento con bonifico o con assegno per motivi gestionali contabili, ovvero di collegamento dell'avvenuto versamento alla violazione).

VISIONE IMMAGINI RELATIVE ALLE VIOLAZIONE ALL'ART.146 COMMA 3 "Il conducente del veicolo che prosegue la marcia, nonostante che le segnalazioni del semaforo o dell'agente del traffico vietino la marcia stessa"

Istanza di annullamento in aututela amministrativa del verbale

Gli interessati, ove ritengano cheil verbale che commina loro una sanzione amministrativa contenga gravi errori, possono presentare istanza di annullamento aresponsabile del procedimento  utilizando il modulo allegato a fondo pagina.

SI NOTI BENE che l'istanza verrà esaminata entro il termine massimo di 30 giorni dalla sua presentazione e che il suo esame non interromprà i termini del procedimento di applicazione della sanzione amministrativa, in particolare di quelli entro i quali chi interessatopuò avvalersi delle misure deflattive del contenzioso, ad esempio della facoltà di pagamento della sanzione in misura ridotta agevolata (- 30%) entro 5 giorni dalla contestazione o notifica del verbale.

 

Inoltre, da notare che:

Il ritardo anche di un solo giorno rispetto al 60° dalla contestazione o notificazione comporta il raddoppio della somma prevista quale sanzione in misura ridotta.

Anche in caso di emissione del preavviso (generalmente lasciato sul parabrezza del veicolo) il trasgressore ha cinque giorni di tempo per effettuare il pagamento in misura ridotta scontato del 30%, il cui importo e riportato su detto documento, senza dover pagare alcuna spesa di notifica e procedimento.

Rateizazione delle sanzioni pecuniarie per violazione del Codice della Strada (rif. art. 202 bis).

I soggetti che versano in condizioni economiche disagiate possono chiedere la rateazione del pagamento delle sanzioni pecuniarie. Tale richiesta deve essere presentata entro il termine perentorio di 30 giorni dalla contestazione o notificazione del verbale, a condizione che sussistano entambe le seguenti condizioni: 1) l'importo della sanzione deve essere superiore ad Euro 200,00; 2) può avvalersi del pagamento rateale solo chi è titolare di un reddito imponibile, ai sensi dell'imposta sul reddito delle persone fisiche risultante dall'ultima dichiarazione, non superiore ad Euro 10.628,16 (si vedano le istruzioni dettagliate riprodotte sul modulo di richiesta).

Per le sanzioni amministrative diverse da quelle del Codice della Strada

il termine per il pagamento è di 60 giorni dalla contestazione o notificazione del verbale. In caso di mancato pagamento, la somma della sanzione verrà successivamente determiata dalla Autorità amministrativa competente, la quale ingiungerà il pagamento di una somma fissata tra il minimo ed il massimo previsti per la sanzione pecuniaria, oltre alle spese di procedimeno e notifica.

Rateizzazione sanzioni divenute titolo esecutivo (art. 26 legge n. 689/1981)

una volta che la somma prevista per la sanzione amministrativa è divenuta titolo esecutivo, ai sensi dell'art. 203, comma 3 del Codice della Strada o dell'art. 18, comma 7 della legge n. 689/1981, l'interessato che si trovi in condizioni economiche disagiate pò chiederne la rateizzazione. Chi è interessato ad avvalersi di tale procedura è opportuno che si rivolga direttamente agli uffici di S.E.Pi., società in house che gestisce il servizio di riscossione delle entrate comunali, o in alternativa al Comando di Polizia Municipale, in modo da poter ricevere tutte le informazioni relative alla proria situazione debitoria.

Determinazione della somma per spese di accertamento e notifica dei verbali

Le somme sono approvate con Deliberazione della Giunta Comunale ed aggiornate periodicamente sulla base degli accordi sottoscritti con la società S.E.Pi., cui è affidato tale servizio. A fondo pagina, in allegati, è presente la tabella con la distinta di quelle attualente applicate.

Leggi e norme di riferimento

Dlgs. n°285/1992 artticoli 202, 202 bis e 203  (Codice della Strada); Legge n°689/1981 (procedimento sanzionatorio amministrativo)

Responsabile del procedimento

Dr.ssa Francesca Vietri

 

Pagina 17 di 18

Condividi questo articolo